Micro pensiero numero quattro

Micro pensiero numero quattro

Che fare con un cassetto?Qualcuno ci mette i sogni  e ci rimangono per anni e anni.

A volte un cassetto si apre appena, appena si sbircia dentro con un ‘occhio solo magari con un pò di emozione e poi si richiude di colpo e ci si allontana.

Poi un giorno di punto in bianco il cassetto si apre completamente e spuntano i sogni, belli, colorati, pieni di vita e ancora realizzabili e si realizzano e ci rendono felici.

Ho scoperto curiosando nel web che qualcuno nel cassetto ci mette le sofferenze passate e le lascia lì, non dimentica ma  mette da parte per fare spazio a nuove possibilità.

Bella idea!Piuttosto utile e costruttiva, da sperimentare.

Ringrazio Barbara Businaro di webnauta per avere condiviso questa riflessione sul blog.

Partenze in salita

 

 

 

28 pensieri su “Micro pensiero numero quattro

  1. Grazie della citazione. 🙂
    E’ vero che nei cassetti ci andrebbero i sogni. E che le sofferenze passate andrebbero nello zainetto.
    Ma qualcuno mi ha insegnato a fare il contrario: le sofferenze che a lungo andare pesano, le lascio nel cassetto, lo chiudo anche a chiave, che non s’inventino di uscire fuori a far danni. I sogni me li porto dietro nello zaino, perché sono più leggeri e perché così ce li ho pronti all’occorrenza.
    Cosa sarebbe una vita senza sogni?

    Piace a 5 people

  2. Grazie del passaggio da me, cara Meteorina 💗.
    Sogni sogni, che belli, come si vivere senza? Però le sofferenze io credo invece di chiuderle nel cassetto forse è meglio elaborarle (doloroso, OK), così piano piano fanno sempre meno male. Lo consigliano molti psicoanalisti, chissà se a torto o a ragione.

    Piace a 1 persona

    1. Ciao Scusa se ti rispondo solo ora.Condivido il tuo pensiero però credo che un periodo di preparazione prima di affrontare le sofferenze ci può stare.Il cassetto potrebbe essere un modo per prendere le distanze fino a quando tiene.Buona giornata

      Piace a 1 persona

    1. Ciao! Grazie per essere passata e per il tuo prezioso commento. Non avevo pensato a questo all’ aspetto propedutico.
      Per cui le possibilità di far nascere nuovi scenari ci sono. Fantastico! Grazie per avermi seguito. Ci proverò anch’io anche se nn mi funziona il tasto segui. Buina domenica!!!

      Piace a 1 persona

      1. Secondo me ci sono, la percezione è un importante strumento che abbiamo e di suo anche lei è creativa ma ci insegnano ad instradarla sin da piccole-i recuperarne gli aspetti selvaggi (come direbbe la Clarissa Pinkola Estes) è un bell’esercizio 🙂 buona domenica anche a te.

        "Mi piace"

    1. Hai ragione nn pubblico da parecchio e mi sono allontanata da wp. Ci metto molto a scrivere perché nn sono mai soddisfatta e ci tengo ad usare una lingua comprensibile. Ho intenzione di ritornare cmq.In rete trovi tutto e il contrario di tutto ma mi incuriosisce il modo in cui ogni persona dice di affrontare la quotidianità.

      "Mi piace"

      1. Avevo notato, certo che sì, che è da parecchio tempo che sei assente con dei nuovi post.
        Scrivere bene è un’arte difficile, molto difficile, e sta’ pur certa che, oggi come oggi, nessuno scrive in maniera “ottimale”, tanto più che alcune regole grammaticali cambiano nel giro di pochi mesi o anni.
        Non fidarti di quello che trovi in rete. Affidabili sono pochi blog e siti. Se hai dei dubbi grammaticali, consulta Treccani o L’Accademia della Crusca.
        In rete ognuno dice la sua: sono i 15 famosi minuti di celebrità di cui disse Warhol? Immagino di sì.

        Ti aspetto con nuovi post. Ciao.

        "Mi piace"

Rispondi a Meteora Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.